40 anni di marketing e non è cambiato nulla

 

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti
Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze          Articoli sui siti ecommerce
Segui Studio Viasetti - creazione siti web - su Facebook          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web

  

Sono 40 anni che mi occupo di marketing, sin da quando lavoravo in Xerox. Da allora ho letto una cinquantina di libri sul marketing e migliaia di articoli. Se qualcuno dovesse chiedermi come è cambiato il marketing negli ultimi 40 anni, gli risponderei che, a parte il fatto che oggi esiste internet, non è cambiato nulla. Le regole e le strategie per posizionare un prodotto nella mente del consumatore, sono rimaste invariate.

Ogni volta che acquisto un nuovo manuale sul marketing spero sempre di trovare qualche concetto nuovo, qualche idea, qualche dritta. Ma niente. Niente di niente. Solo cose già sentite, già lette tante altre volte, trite e ritrite. Sono arivato alla conclusione che i migliori libri sul marketing sono stati scritti 40 o 50 anni fa.

I concetti principali del marketing sono sempre gli stessi: bisogna far percepire come unico il nostro prodotto o servizio, bisogna parlare dei problemi che un prodotto risolve, non del prodotto. Bisogna trovare un "buco" libero nel cervello dei clienti per posizionarci il nostro prodotto. Bisogna conoscere i potenziali clienti, le loro abitudini, le loro speranze e aspettative, cosa li rende felici.

Oggi ci sono i siti web, i social, l'email marketing, è vero. Ma se partecipiamo ad un corso da 2.000 euro che ci insegna come scrivere email che fanno vendere, scopriremo che le informazioni che apprenderemo sono spesso le stesse che avremmo ottenuto leggendo un manuale da 20 euro. 50 anni fa non esistevano le email, ma Selezione dal Reader's Digest ci inviava per posta lettere personalizzate che nulla avevano da invidiare a tante proposte di acquisto che riceviamo oggi tramite email più o meno "creative".

Ma allora, perché se è possibile apprendere i concetti del marketing leggendo un libro da 20 euro che troviamo in libreria, molti spendono 200 o 300 euro per acquistare un manuale che vendono solo online o per partecipare ad un costosissimo corso?

La risposta è semplice: perché chi ci propone questi manuali o corsi conosce bene il marketing e sa come far leva sulle nostre emozioni. Sa come scrivere email che vendono e come creare una landing page in grado di catturare la nostra attenzione e farci venir voglia di effettuale subito l'ordine. Sa come far percepire COME UNICO il suo prodotto. Tutte cose che una libreria non sa fare.

TU VEDI CIO' CHE TI ASPETTI DI VEDERE

La mente umana, quasi come un computer, ha degli slot per ogni tipo di informazione che ha scelto di conservare. Ma esiste una differenza fondamentale: un computer accetta ciò che tu hai inserito, la mente no. E' quasi l'opposto.

La mente tende a respingere le nuove informazioni se non riesce a farle combaciare con quelle già presenti e consolidate. In altre parole, accetta solo le informazioni che combaciano con il suo stato attuale e tende a tener fuori ogni altra informazione.

Tu vedi ciò che ti aspetti di vedere.

Ti faccio alcuni esempi:

Prendi due disegni astratti, scrivi Schwartz su uno e Picasso sull'altro. Poi chiedi a qualcuno di darti un'opinione e capirai cosa intendo dire.

Chiedi a due persone di opposte tendenze politiche di leggere un articolo su un soggetto controverso e poi chiedi se l'articolo ha cambiato le loro opinioni. Potrete constatare che ciacuno ha recepito dall'articolo i fatti che supportano il proprio punto di vista.

   

Chivas Regal Gold 18 anni

   

Una sera ho versato in una bottiglia vuota di Chivas Regal 18 del whisky scadente e poi l'ho offerto ad un paio di amici, decantandogli le grandi qualità del prodotto. Entrambi hanno detto che il whisky era davvero eccezionale.

La signora che viene saltuariamente a fare le pulizie nel mio studio è amante del caffè Nespresso. Sostiene che il suo gusto è insuperabile.

Anch'io in studio ho una Nespresso. Un giorno le ho offerto un caffè ma, avendo terminato le capsule Nespresso, ne ho utilizzato una di quelle compatibili, acquistate da Eurospin per pochi centesimi. La signora, mentre sorseggiava il caffè, ha esclamato: "Ah che buono! La gente può dire ciò che vuole, i gusti sono gusti, ma per me il Nespresso è sempre il migliore!"

Tu bevi ciò che ti aspetti di bere.

Assaggi ciò che ti aspetti di assaggiare.

 

 

 

©2017 Studio Viasetti | Realizzazione siti web di successo | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano

realizzazione siti web studio viasetti: brescia - milano

Torna a inizio pagina