Come avere consulenza gratuita da un SEO

Lettera aperta agli utenti che pensano di essere furbi

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti
Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze          Articoli sui siti ecommerce
Segui Studio Viasetti - creazione siti web - su Facebook          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web

Lettera aperta ai furbi, o meglio, a chi crede di esserlo

Ogni settimana ricevo parecchie richieste di preventivi per la realizzazione di un sito e ovviamente, a seguito di queste richieste, nascono delle trattative.

Alcune vanno avanti per settimane, con uno scambio di decine e decine di email in cui mi si chiede di tutto e di più. Trovo tutto questo legittimo, ci mancherebbe. Chi si sta accingendo a spendere 1.000, 2.000 o 3.000 euro per creare un nuovo sito o per posizionare un sito che non produce risultati ha tutto il diritto di farci qualsiasi domanda gli venga in mente.

Ciò che personalmente mi da fastidio è la “furbizia” di alcuni utenti, una esigua minoranza per la verità, che fingendosi interessati ad affidarci un incarico, ci sfruttano solo per carpirci il maggior numero possibile di informazioni utili (o che ritengono utili) per poter poi guidare il webmaster o il SEO che li sta attualmente seguendo a fare ciò che faremmo noi per portare al successo il loro sito.

Alcuni di questi signori sono webmaster o titolari di web agency che si fingono potenziali clienti.

Ma scusate, pensate davvero che sia così ingenuo da cascarci, dopo 17 anni di questo lavoro e dopo aver trattato con migliaia di clienti?

Sono ormai, per certi aspetti, come Miss Jane Marple; avete presente la simpatica vecchietta protagonista di molti romanzi di Agatha Christie? Ecco, mi riferisco a lei. Ogni volta che Miss Marple conosce qualcuno, fa immancabilmente dei raffronti con persone conosciute in passato e trova sempre una “somiglianza” caratteriale. In questo modo riesce spesso a prevedere come si comporterà una persona, se ritenerla affidabile o meno e cosa aspettarsi da essa.

Ed è proprio per evitare di essere preso per i fondelli da parte di questi personaggi che me ne guardo bene dallo scoprire tutte le carte in fase di trattativa, anche quando qualcuno, come un professionista con cui ho avuto una lunga ed estenuante trattativa il mese scorso, mi assicura ripetutamente di aver deciso di affidarmi l’incarico. Per 3 volte nel corso di 2 settimane mi ha detto: “domani le arriverà l’ordine e il bonifico dell’anticipo, ah, mi sono scordato di chiederle un’ultima cosa… quale è il nome di dominio che mi conviene registrare? Quali sono le keyword secondo lei più importanti per veicolare potenziali clienti sul nostro sito? Quante parole dobbiamo scrivere su certe pagine, quale è la corretta keyword density?“

Ma scusate, pensate davvero che sia così ingenuo da non intuire gli obiettivi che si nascondono dietro quelli dichiarati? Pensate davvero sia sufficiente dirmi che avete già deciso di affidarmi l’incarico e che oggi pomeriggio riceverò l’ordine ed il bonifico, per avere gratuitamente prestazioni che altri vi farebbero pagare o vi darebbero solo dopo che avete firmato un contratto?

Ammetto che 10 o 15 anni fa ci sono cascato più di una volta, ma sbagliando si impara, l’importante è non perseverare negli stessi errori.

Non sto dicendo che le informazioni e la consulenza che immancabilmente forniamo gratuitamente in fase di trattativa sia inutile, anzi, confermo che può essere utile anche a chi deciderà di rivolgersi ad altri, a condizione che questi ultimi la accettino, il che è tutto da vedere. Il nostro modo di intendere e progettare un sito è molto diverso da quello della stragrande maggioranza dei nostri competitor.

I loro siti sono più “belli”, più dinamici, più interattivi, sono social network ready, loro non fanno siti in HTML, richiede tropo tempo, meglio usare Wordpress o Joomla, Drupal o altri CMS già pronti. E poi a chi serve oggi un sito in HTML (dicono)? Al massimo accetteranno alcuni dei nostri suggerimenti, non certo tutti. Alcuni li riterranno sbagliati, altri ininfluenti sul posizionamento, altri ancora ininfluenti sull’usabilità e la user experience. Su questo punto fortunatamente siamo in una botte di ferro.

Ogni tanto qualcuno mi chiede come mai diamo tante informazioni utili anche per i nostri competitor. Cosa ci guadagni? Mi chiedono.

Mi rendo conto che per la struttura mentale analitica e razionale di un ingegnere, informatico o no, o di un programmatore, sia inconcepibile che le tecniche utilizzate da qualcuno per creare e posizionare un sito non funzionino allo stesso modo se utilizzate da altri, ma è così. Non chiedetemi i motivi, alcuni potrei anche dirveli e in effetti li ho illustrati nell'articolo linkato sopra, ma ce n'è qualcuno che non dirò mai nemmeno sotto tortura. Perché mai dovrei rivelare in 10 minuti tutto ciò che ho imparato in 17 anni? In fondo si tratta di tutelare il nostro lavoro, il mio e quello dei miei collaboratori.

In conclusione, la consulenza gratuita che forniamo senza problemi durante una trattativa è spesso utile solo se il sito verrà realizzato da noi. Alcune carte non le scopriamo, e si tratta spesso di quelle più importanti.

Ciò che voglio dire è che si può copiare tutto dai nostri siti, sono li da vedere, non c’è codice nascosto, non c’è programmazione lato server, non ci sono parti compilate, non vengono richiamate routine misteriose o invisibili. Sono semplici siti statici in HTML.

Ciò che è impossibile replicare in poco tempo è l’esperienza ed il know-how acquisiti in quasi 20 anni di lavoro, ricerche, test, analisi. Per queste cose gli ingegneri, informatici o no, non servono.

Gianfranco Viasetti - articolo scritto il 7 Ottobre 2013

 

 

©2017 Studio Viasetti | Realizzazione siti web di successo | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano

realizzazione siti web studio viasetti: brescia - milano