Home > Articoli > Illusionisti e bidoni del web > Webmaster, SEO, musicista o gigolò?

Si guadagna di più a fare il SEO o il Gigolò?

Autore: - Articolo scritto il 08/03/2015

 

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze
Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web
Articoli sui siti ecommerce          Segui Studio Viasetti - creazione siti web - su Facebook

 

Circa due anni fa un nostro "competitor" (concedetemi le virgolette visto che ora fa "L'accompagnatore per signore") pubblicò sul suo sito un articolo su di me, definendomi "L'HITLER DEL WEB". Dopo qualche giorno, resosi probabilmente conto che rischiava una denuncia, cambiò il titolo in "IL COMANDANTE DEL WEB". L'articolo lo trovate qui: http://tecnologiapura.net/2013/07/comandante-del-web.html

Il contenuto dell'articolo, a parte alcune forzature, è sostanzialmente corretto; riporta frasi estrapolate dai miei articoli. Frasi che però, fuori dal contesto, possono ovviamente assumere significati diversi.

Questo "webmaster-seo-musicista-gigolò" è un maestro del "copia/incolla" e dell'arte della mistificazione; gran parte dei contenuti e delle argomentazioni presenti sui suoi siti sono stati copiati da questo sito, cambiando quel tanto che basta nel vano tentativo di non farsi scoprire da Copyscape (e da Google).

Cito un paio di esempi significativi, ma ne potrei citare decine:

L'articolo http://preventivositoweb.name/2013/09/19/quali-sono-i-siti-web-che-rendono-vendono/ l'ha copiato da
http://www.viasetti.it/articoli/siti-che-rendono/siti-che-rendono.htm

L'articolo http://preventivositoweb.name/2013/11/12/siti-internet-che-portano-al-successo-ditte-aziende-artigiani-e-liberi-professionisti/
l'ha copiato da http://www.viasetti.it/articoli/siti-che-rendono/quanto-rende-un-sito-web.htm

In sostanza ha preso le case history che abbiamo raccontato, relative a nostri clienti, le ha manipolate cambiando i nomi delle località (per adeguarle alla sua zona) spacciando il tutto per casi di suoi clienti.

Nel suo articolo su di me ci sono sicuramente alcune falsità:

  1. Scrive che costringo le persone a parlare bene di me, altrimenti sono guai per loro. Se c'è qualcuno dei nostri 500 clienti che può confermare questa demenziale affermazione si faccia pure avanti;
  2. Sostiene che i clienti sono costretti a rivolgersi a noi per aggiornate il sito. Non mi risulta che siamo i soli a saper modificare un sito in HTML. Se i clienti si rivolgono a noi è per ben altri motivi;
  3. Ha sottostimato, e di molto, il nostro fatturato.

Vediamo alcune cose interessanti trovate sul suo sito (queste non le ha copiate da noi, sono farina del suo sacco):

Nella pagina "chi siamo" (http://preventivositoweb.name/chi-siamo/) dice di se stesso: "In questi anni ho lavorato con piccole e grandi aziende di livello nazionale e internazionale occupandomi della realizzazione di siti web, landing page ottimizzate, ottimizzazione seo e webmarketing." Non ci dice però chi sarebbero queste grandi aziende. Facciamo un atto di fede, dai:-)

Dice anche: "Ancor prima di proporci a privati e aziende abbiamo lavorato su progetti web che sono diventati dei punti di riferimento in varie nicchie di mercato, tutt’ora il nostro network di siti conta circa 2.000.000 di visitatori dimostrabili tramite Google analytics."
Anche qui dobbiamo fare un atto di fede in quanto non ci dice quale sia questo network di siti con 2 milioni di visitatori.

La cosa più comica però è il suo portfolio clienti:

http://preventivositoweb.name/i-nostri-lavori-2/
Guardate con attenzione i siti che DICE di aver fatto. Provate ad aprirli:)

Sul suo sito non c'è il numero di P.IVA, ma solo il codice fiscale. Chissà perché?

Ed ecco infine la ciliegina sulla torta:

In una delle sue pagine sostiene di essere "uno dei più noti SEO italiani" e di aver realizzato un sito di successo che propone "servizi per sole donne". "Questo sito" - scrive - "nessuno sa che è mio e non ci tengo a dire qual è in quanto occupandomi di varie cose rischierei di perdere credibilità!"

Be', scoprire qual è questo sito non è poi tanto difficile visto che ha messo il link ben evidente a piè di pagina:-)  Eccolo: http://gigolo.name/

La foto nella home page è la sua e da ciò che scrive si capisce che il gigolò in questione è proprio lui, il ragazzo pugliese: Francesco (in arte Francy il dolce). Ecco cosa scrive di se stesso:

"L’accompagnatore gigolò più famoso d’italia che crea un rapporto passionale senza finzioni."

 

"Potrei dire che sono un ragazzo in vendita per le donne di tutte le età, eppure non mi piace fare degli incontri forzati, mi piacciono le cose naturali e ben volute. Sono un ragazzo che di solito veste casual, questo enfatizza il mio aspetto molto semplice, nessuno sospetterà che sono un escort per donne, sono talmente comune che potrei accompagnarti in qualsiasi evento (cene / dopocene, cerimonie, ecc.)."

Il resto, se volete, potete leggerlo sul suo sito.

Quindi ora, oltre ad essere "uno dei più noti SEO italiani" è pure "il gigolò più famoso d'Italia". Forse finalmente ha trovato un lavoro che gli rende più che fare siti web. Complimenti Francesco, sei una miniera di idee!:-) Per questa tua nuova attività però dubito che troverai qualcosa da copiare dal nostro sito.

 

Non basta essere ai primi posti in Google per essere affidabili.

 

 

©2016 Studio Viasetti | Realizzazione siti web | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano - new york - miami