Home Page > Articoli > Illusionisti del WEB

Vendita Online Facile - La Grande Illusione del XXI Secolo

E-COMMERCE, La Grande Illusione

Un articolo di Gianfranco Viasetti

 

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze
Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web
Articoli sui siti ecommerce          Segui Studio Viasetti - creazione siti web - su Facebook

 

C'è chi in fatto di creare illusioni supera David Copperfield

     

Negli ultimi 10 anni mi è capitato spesso di chiedermi come mai esistano milioni di persone convinte che basti creare un sito e-commerce per iniziare a vendere qualsiasi cosa e guadagnare, senza alcuna fatica e con investimenti irrisori.

Non ho ancora trovato una risposta soddisfacente, ma c'è una domanda che più di altre mi assilla continuamente: se fosse davvero possibile vendere abiti, scarpe, gioielli, mobili, cellulari, computer, vino o alimentari (e guadagnare) con un sito e-commerce da 2 o 3.000 euro, o magari a costo zero, standosene comodamente seduti in poltrona, come mai esiste ancora tanta gente si alza alle 6 di mattina per trascorrere 10 o 12 ore in un negozio di cui paga l'affitto, il riscaldamento, l'energia elettrica, per non parlare dello stipendio ai propri dipendenti? Si tratta di gente disinformata? Di persone che non sanno usare il computer, che non sanno che esiste internet, che non hanno mai sentito parlare di vendita online? Sono tutti degli sfigati? I furbi sono forse coloro che dicono “perché dovrei pagare l'affitto per un negozio quando oggi c'è internet, mi faccio un sito e-commerce e sono a posto?"

C'è anche chi pensa che con un sito e-commerce non sarà nemmeno obbligato ad avere la partita IVA. Lo so, sembra incredibile, ma ho ricevuto decine di email in cui mi si chiede se la partita IVA è obbligatoria anche per vendere online.

1.000 richieste all'anno

Ogni anno ricevo mediamente un migliaio di richieste di preventivi o di consigli per la creazione di un sito e-commerce. E questo nonostante abbia pubblicato su questo sito in bella evidenza una quindicina di articoli in cui sconsiglio di creare un sito e-commerce, spiegando dettagliatamente i motivi e supportandoli con decine e decine di casi reali. Evidentemente non è facile far cambiare idea a chi è convinto che con un sito e-commerce da 2.000 euro risolverà definitivamente i suoi problemi economici.

Il problema è: ma perché si sono messi in testa una cosa del genere? Chi o cosa ha convinto tutte queste persone che basta un sito e-commerce per vendere e guadagnare? Qualche idea ce l'ho.

Nelle librerie e su Amazon vi sono centinaia di libri dai titoli allettanti, ecco alcuni esempi:

  • E-commerce. Progettare e realizzare un negozio online di successo
  • Creare e gestire con successo un sito di e-commerce
  • E-commerce in Cina. Come vendere on line il made in Italy
  • E-commerce, digitale e social media: tutte le opportunità di business per le PMI
  • Crea il tuo e-commerce gratis con Joomla! Virtuemart
  • 30 strumenti E-Commerce gratis: nessun costo per costruire il tuo Impero nell'E-Commerce
  • E-commerce gratis con PayPal
  • E-commerce Da Zero A Cento
  • Progettare e realizzare un negozio online di successo
  • Vendere viaggi da casa con Internet
  • Vendere stando in poltrona grazie ad un sito e-commerce
  • Guadagnare vendendo foto online

Nelle edicole troviamo decine di riviste con articoli dai titoli in grado di catturare chiunque stia pensando ad un modo per diventare ricco senza fatica e senza investire grandi cifre. Basta fare un sito e-commerce – dicono. Qualcuno cita il caso di Zalando (il noto sito che vende scarpe e abbigliamento online), dimenticandosi però di dire che Zalando investe centinaia di migliaia di euro al mese in pubblicità.

Poi ci sono i blog ed i forum frequentati da webmaster, dove vengono dispensati consigli in quantità industriale su come sia facile creare un sito e-commerce anche gratuitamente e vendere di tutto. Infine ci sono i siti web di tanti nostri colleghi che propongono siti e-commerce come fossero patate. Sito e-commerce Silver, Sito e-commerce Gold, Sito E-commerce Platinum e così via. Pacchetti (o pacchi?) già pronti a prezzo fisso: 499 euro, 899 euro, 1.299 euro. E ovviamente se prima di acquistare uno di questi pacchetti chiedi se una volta inserito i tuoi articoli li venderai e guadagnerai, ti senti rispondere quasi sempre: certo che venderai! Se i nostri siti e-commerce non funzionassero mica li venderemmo! Le nostre piattaforme e-commerce sono facilmente ottimizzabili per i motori.

Ma l'errore più grande lo fa chi ci crede. Quando non esisteva internet era difficile capire se un'affermazione fatta da un venditore (oggi si fanno chiamare consulenti, ma sempre venditori sono) era vera o meno. Oggi verificare la veridicità di ciò che ci dicono è alla portata di tutti. Basta poco, basta usare Google.

Vediamo alcuni esempi pratici

Supponiamo di voler creare o farci creare un sito per la vendita di scarpe online (questa è una richiesta che mi viene fatta spesso). Immagino che vorreste che il sito venisse trovato in prima o al massimo seconda pagina di Google cercando “vendita scarpe online” oppure “scarpe online”. Quante probabilità vi sono che il vostro sito finisca in prima o seconda pagina? Cercando “scarpe online” Google ci fornisce 13.000.000 di risultati.

Facendo un paragone con un negozio tradizionale è come se aprissimo il nostro negozio in una via dove ne esistono altri 13 milioni che trattano scarpe. Ci sono 300 persone al giorno (tali sono le ricerche giornaliere di “scarpe online”) che passano in questa via e che stanno cercando un negozio di scarpe. Quante probabilità abbiamo che entrino nel nostro negozio se non si trova tra i primi 10 o 20 che incontrano?

Quanti saranno che entreranno nel negozio che si trova al 100° o al 1000° posto? E' chiaro che i siti che vendono scarpe e che si trovano in prima pagina su Google venderanno bene. Gli utenti confronteranno i prezzi del primo con quelli del secondo o del terzo, ma spesso si baseranno solo sul nome dell'azienda. Se la conoscono è probabile che non perdano tempo a fare confronti di prezzi. Di sicuro nessuno (o forse 1 su mille) andrà a vedere i siti che si trovano dalla 10° pagina in poi. Ed è li che quasi sicuramente finirà il vostro sito.

Milioni di siti sono finiti oltre la 10° pagina, perché mai il vostro dovrebbe avere un trattamento diverso? Se accadesse sarebbe un miracolo. Siete disposti ad investire soldi e tempo, tanto tempo, basandovi solo sulle probabilità che il vostro sito venga miracolato?

Ho verificato le visite di alcuni siti di calzature che si trovano tra la decima e la quindicesima pagina e, nonostante in genere si tratti di siti con oltre 1.000 pagine, la maggioranza di essi ha meno di 100 visitatori al mese. Supponiamo che il 2% acquisti. Venderemmo 2 paia di scarpe al mese. Ma non è detto che il nostro sito finisca in 15esima pagina. Ha molte più probabilità di finire dopo la centesima. In questo caso per vendere 5 paia di scarpe ci serviranno 10 anni. Solo 2 dei siti e-commerce di scarpe che sono stato incaricato di analizzare negli ultimi 5 anni si trovavano entro le prime 15 pagine di Google con “scarpe online”.

 

 

©2016 Studio Viasetti | Realizzazione siti web | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano

realizzazione siti web studio viasetti: brescia - milano