Home > Articoli > Posizionamento siti web > Posizionamento e Web Marketing

Non esiste solo il posizionamento su Google!

Autore: - Articolo scritto il 23 Gennaio 2013

 

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti
Testimonianze Clienti Viasetti - creazione siti web          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web

 

Marketing o Spam? Chiamiamo le cose con il loro nome

Talvolta, quando diciamo ad un cliente che il suo progetto non ha speranze di riuscita in quanto, a causa dell’elevatissimo numero di competitor o per altri motivi, non riusciremmo a posizionare il sito nelle prime pagine di Google, ci sentiamo rispondere:  “e vabbe’, non esiste solo il posizionamento in Google, so che ci sono altre azioni che si possono fare, c’è il web marketing, Facebook, Twitter, c’è il pay per clic di AdWords…”

Inutile dire che chi ci da una simile risposta spesso è stato imbeccato dalla Web Agency con cui ha o aveva una trattativa in corso, la quale vede  rompersi ad una ad una le uova nel paniere e sfumare una possibilità di guadagno per colpa dello studio di fattibilità (o meglio di infattibilità) da noi presentato al cliente.

Naturalmente conosciamo bene questi strumenti e se non ne abbiamo parlato al cliente è solo perché, nel caso specifico, abbiamo ritenuto fossero inutili.

Perché inutili?

Il Web Marketing è un settore molto ampio e comprende qualsiasi azione utile a dirottare traffico verso un sito web. Questa categoria di azioni comprende:

  • Mail Marketing
  • Article Marketing
  • Inserimento in portali di settore
  • Comparatori di prezzo
  • Forum
  • Facebook
  • Twitter
  • AdWords

Mail Marketing

Il mail marketing consiste nello spedire centinaia di migliaia di email ai potenziali clienti con l’obiettivo di condurli sul nostro sito. Sappiamo tutti come funzionano questi servizi. Si incarica un’azienda specializzata di inviare queste email, la quale, a fronte di un costo unitario o forfettario, invierà una comunicazione pubblicitaria ad una lista di utenti, che definiscono potenziali clienti.

La legge sulla privacy consente di inviare comunicazioni non richieste solo a nominativi che si sono iscritti volontariamente alla mailing list. Il problema è che 99 volte su 100 queste email vengono inviate a chi non si è iscritto e pertanto l’azione è considerata SPAM e punita dalla legge. In altre parole rischiamo che qualche utente ci denunci per violazione delle norme sulla privacy.

Ricevo personalmente almeno un centinaio di queste email ogni giorno, pensate davvero che trovi il tempo di leggerle? Molte finiscono regolarmente nel cestino della posta indesiderata e quelle che bypassano i filtri antispam vengono cancellate quasi sempre senza essere lette. Qualcuna però la leggo, specialmente se proviene da una Web Agency che mi propone di posizionare il nostro sito ai primi posti in Google. In realtà è da anni ai primi posti con molte keyword ma loro ovviamente non lo sanno, scrivono a tutti senza verificare prima.

Quando ricevo queste email (e ne ricevo tutti i giorni) non posso fare a meno di visitare il sito di questi "professionisti SEO" che vorrebbero soldi per posizionare il mio sito dove già si trova. Inutile dire che di solito hanno siti con pochissimi visitatori, molti meno di quelli dei siti che vorrebbero posizionare.

Oggi ad esempio (2/3/2013) ho ricevuto per l'ennesima volta una email-spam da parte di una di queste aziende "esperte in SEO". L'email inizia dicendo:

xxxxx per essere primi su Google! La comodità e la scelta che regala internet non ha paragone, essere primi su google diventa fondamentale. Ecco a voi come essere primi su Google grazie al MERITO!

Sono andato a vedere il loro sito, come da loro chiestomi, e l'ho analizzato con il software da noi utilizzato da tempo per vedere quanti visitatori ha un qualsiasi sito web. Sappiamo che i dati che questo programma ci da non sono molto attendibili, di solito sottostima il numero del visitatori. Verificando centinaia di siti di cui conosciamo esattamente il numero delle visite abbiamo capito che per avere un dato attendibile è necessario in genere moltiplicare per 5 i dati che ci fornisce. Bene. Quanti visitatori ha il sito di questo nostro concorrente che si offre di posizionare ai primi posti il nostro sito? Ecco il grafico delle loro visite mensili secondo uno dei software di verifica più utilizzati nel mondo.

 

i visitatori mensili di un'azienda che ci propone di posizionare il nostro sito in prima pagina 

 

Il nostro sito di visite ne ha 50.000 e questi ci propongono di posizionarlo ai primi posti. La domanda che viene spontanea è: ma se sono capaci di posizionare siti nei motori perché non posizionano il loro?:)

Article Marketing

L’article marketing consiste in una serie di articoli redazionali che parlano dell’attività del cliente, pubblicati su altri siti con lo scopo di procurare link al sito ufficiale. Questa tecnica ultimamente è poco amata da Google, a meno che consideri spontanei tali articoli. In genere è una tecnica costosa perché bisogna affidarsi a copywriter o giornalisti per la creazione di articoli originali e utili ai lettori.

Inserimento in portali specializzati

Quando non si riesce a far trovare un sito nei motori talvolta si inserisce una pagina o una breve descrizione in un portale specializzato. Caso tipici sono immobiliare.it per le agenzie immobiliari e matrimonio.it per chi si occupa di servizi per matrimoni.

I portali molto visitati si fanno pagare profumatamente per inserire i vostri annunci ed i portali gratuiti sono gratuiti perché inserendo i nostri annunci facciamo più un favore a loro che a noi.

I comparatori di prezzo

Tipici comparatori di prezzo sono ciao.it, kelkoo.it e similari. Inserire i propri prodotti e prezzi costa non poco ma in certi casi è una valida soluzione per vendere, specialmente per un sito e-commerce. Anche in questo caso, se al cliente non ne abbiamo parlato, è perché i suoi prodotti non sono adatti per una soluzione di questo tipo o perché il budget previsto non lo consente.

I forum

Uno dei forum più adatti per fare pubblicità ad alcune tipologie di siti è alfemminile.com. Se digitate in Google una domanda relativa alla salute o al benessere in genere è probabile che troviate ai primi posti questo forum. Purtroppo sappiamo bene che molti post che troviamo non sono autentici, ma scritti da falsi utenti con lo scopo di promuovere un prodotto o servizio. So che esistono chirurghi plastici ed altri professionisti che incaricano le loro segretarie di andare su questo forum, fingendosi pazienti, per parlare bene dei loro capi e denigrare i concorrenti.

In altri forum troviamo personale di hotel ed altre strutture alberghiere che, sotto falso nome, si fingono clienti e scrivono recensioni entusiastiche delle loro strutture e assai meno entusiastiche sulle strutture della concorrenza. Recentemente TripAdvisor è balzato alle cronache per tali problemi. Ora stanno cercando di fare pulizia delle recensioni fasulle, ammesso ci riescano.

Facebook

Il marketing tramite Facebook consiste nell’approfittare degli amici e dei propri contatti per inviare loro notifiche e consigli di iscriversi ai servizi più disparati (ai quali a volte è difficile cancellarsi) o di infestare le loro pagine con annunci pubblicitari. Un ottimo sistema per perdere amici o per farli arrabbiare. Facebook, mettiamocelo bene in testa, serve ad altro.

Molti utenti acquistano online, ma cercano i fornitori con Google, non con Facebook. Quante persone conoscete che hanno acquistato qualcosa grazie a Facebook? Vediamo molti siti aziendali con il pulsante “seguici su Facebook!” Perché mai dovrei seguirvi su Facebook? Se avete qualcosa da dirmi scrivetelo sul vostro sito!

Tutti sanno che i “mi piace” di Facebook si possono acquistare. Centinaia di aziende vendono questo servizio. Basta pagare e vi fanno avere anche 1.000 mi piace sulla vostra pagina o tutti i fan che desiderate. Non vi serviranno a nulla, ma li potete avere.

Twitter

Twitter serve principalmente a personaggi noti (politici, personaggi dello spettacolo, notorietà di vario genere) per comunicare qualcosa a chi li segue, ai loro fan.

Google AdWords

Pay per clic di AdWords. Questo può servire a portare utenti sul nostro sito, non ci sono dubbi. L’unico problema è che ogni visita ci costa mediamente da 0,50 a 2,00 euro.  Se non abbiamo preso in considerazione questo tipo di promozione è solo perché, nel vostro caso, l’abbiamo ritenuta antieconomica. Se ad esempio sappiamo che per avere un contatto avete bisogno di 100 visitatori e che ogni vendita  vi costerebbe più di quanto guadagnate è ovvio che non vi proponiamo campagne AdWords. In caso contrario non mancheremo di suggerirvele e anche di assistervi nella loro attivazione e implementazione.

Conclusione

Quando diciamo ad un utente, che ci chiede un parere per un progetto o un preventivo per un sito, che ha scarsissime probabilità di successo, non ci riferiamo solo al posizionamento organico, ma consideriamo tutte le alternative possibili.

 

 

©2016 Studio Viasetti | Realizzazione siti web di successo | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano

 

Torna a inizio pagina