Home >  Articoli > Tutto sui siti e-commerce > Esempi di Analisi Siti Web

Esempi di analisi siti web a pagamento

Autore: - articolo del 10 Novembre 2014

 

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti         Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze
Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti         Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web
Segui Studio Viasetti - creazione siti web - su Facebook         Articoli sui siti ecommerce

  

Ecco l'esempio di una consulenza su un sito web

Richiesta ricevuta da un cliente a cui abbiamo creato un sito alcuni anni fa

Oggetto: Richiesta di consulenza per l’analisi del nostro sito web
Tre mesi fa, su consiglio del grafico che ci ha realizzato la brochure aziendale, abbiamo deciso di fargli rifare la grafica del sito che ci avevate fatto voi nel 2011 per renderlo più simile alle brochure e più “moderno”.

Il grafico ci aveva assicurato che il posizionamento nei motori non sarebbe cambiato perché non avrebbe toccato i contenuti creati da voi. Io credo però che qualcosa sia andato storto perché ultimamente ho notato un calo drastico sia delle visite che dei contatti. Il grafico ci aveva detto che una volta migliorato l’aspetto grafico e modernizzato il sito avremmo avuto più contatti!! Lo abbiamo sentito in proposito e ci ha assicurato che non può essere colpa sua se le visite sono diminuite, perché lui si è limitato a cambiare la grafica e non i contenuti. Dice che probabilmente il sito non è più in prima pagina perché ultimamente sono nati altri siti nel nostro settore.

Siamo pertanto a chiedervi con la presente di verificare cosa è successo al nostro sito e se è vero che le variazioni fatte dal grafico non hanno danneggiato il posizionamento e naturalmente vorremmo sapere cosa fare per recuperare le posizioni perse.

La nostra risposta dopo aver analizzato il sito con la nuova grafica e con meno visitatori

Buongiorno Sig. xxxxxx, ho analizzato con attenzione la nuova versione del vostro sito e le comunico le mie considerazioni in proposito.

I contenuti non sono stati cambiati, è vero, ma è stato cambiato completamente il layout del sito e anche la sua tipologia progettuale. Il sito che vi avevamo creato noi era un sito statico, esattamente come tutti i siti da noi realizzati, ora è un sito dinamico creato con Wordpress. Il codice è cambiato totalmente, i nomi delle immagini pure e anche i nomi dei file, i title e le description delle pagine. In altre parole, contenuti a parte, Le hanno creato un sito ex novo.

Il posizionamento di un sito non avviene solo con i contenuti testuali, anche se sono la parte più importante. Nel posizionamento sono coinvolti decine di diversi fattori, tra cui i nomi dei file, i title delle pagine, i nomi delle immagini, la loro posizione all’interno delle pagine, la velocità di caricamento delle pagine (che dopo il restyling è diminuita notevolmente), la posizione e la tipologia dei menù di navigazione, la pulizia del codice, ecc..

L’immagine che è stata inserita come sfondo delle pagine è enorme e penalizza notevolmente i tempi di caricamento, così pure il codice presente normalmente nei siti basati su Wordpress, Joomla o altre piattaforme dinamiche. Ci sono richiami a decine di file css, mentre prima c’era un unico css. Ci sono inoltre decine di routine in javascript e richiami a 7 o 8 plug-in. Tutte cose che penalizzano non solo i tempi di caricamento ma, di conseguenza, anche il posizionamento. La velocità di apertura delle pagine è infatti uno dei fattori oggi utilizzati da Google per il posizionamento.

Non credo che la perdita di posizionamento sia dovuta alla nascita di nuovi competitor. Se così fosse, tutti i siti che abbiamo realizzato negli ultimi 15 anni dovrebbero perdere continuamente posizioni. I competitor nascono ogni settimana in qualsiasi settore, non solo nel vostro.

Cosa fare ora?

Chieda al suo grafico di ripristinare il sito che avevamo creato noi (se non ha fatto una copia me la chieda e gliela farò avere) e di limitarsi a cambiare le immagini con altre compatibili con la vostra brochure aziendale e di assegnare alle stesse un nome che includa alcune delle keyword con cui la pagina relativa dovrebbe essere trovata nei motori. Se non ha idea di come chiamarle può vedere a titolo di esempio i nomi che erano stati dati da noi alle immagini, il testo ALT e i title. La nuova testata grafica dovrebbe essere meno alta. L’ha fatta di quasi 600px…. Gli dica di non superare i 300px, altrimenti alcuni utenti non capiranno che sotto l’immagine c’è pure del testo da leggere!

Lo sfondo a tutto schermo glielo faccia togliere. Un sito web non è una brochure, gli obiettivi sono diversi. Gli utenti non amano impiegare 10 secondi per aprire una pagina solo per vedere uno sfondo che tra l’altro non fa capire cosa fa la vostra azienda. Sulla brochure va bene, sul sito web no.

Una nota sui font scelti dal grafico. Sono stati utilizzati i Google font. Sono sicuramenti più eleganti dell’Arial che avevamo utilizzato noi, ma richiedono tempo per essere caricati e questo penalizza ulteriormente il caricamento del sito. Anche il colore scelto per i font, secondo me, non va bene. Il grigio chiaro sarà più elegante del nero (di solito i grafici dicono così), non lo metto in dubbio, ma io ora faccio fatica a leggere le vostre pagine. Ammetto di avere qualche problema di vista, ma non credo di essere il solo ad averne.

Infine i link inseriti nel testo. Prima erano blu sottolineati. Il grafico li ha messi in grigio scuro ed ha tolto la sottolineatura, probabilmente perché, come ho sentito dire recentemente da un altro grafico, “i link sottolineati non sono più di moda”. Ma stiamo scherzando? Ce ne freghiamo della user-experience per seguire una ipotetica moda?

Tutti sappiamo da sempre che se nel testo di una pagina web vediamo una parola in blu e sottolineata si tratta di un link e possiamo cliccarci sopra. Perché farla di un altro colore e non sottolineata? Solo per costringere il lettore a impiegare più tempo per localizzare i link? Se non vogliamo che l’utente capisca subito dove sono i link facciamo pure a meno di metterli.

Se ha bisogno di ulteriori informazioni sono a Sua disposizione. Non esiti a ricontattarmi.

Gianfranco Viasetti
www.viasetti.it

Per richiederci l'analisi del tuo sito o uno studio di fattibilità vedi le condizioni su questa pagina.

 

Consulenza o studio di fattibilità per un sito statico

Nel caso la consulenza o la richiesta di uno studio di fattibilità sia relativa ad un sito statico, ossia alla tipologia di siti che noi realizziamo, naturalmente continuerà ad essere gratuita.

 

 

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - new york

©1997-2016 G. Viasetti - Realizzazione siti web | indicizzazione sui motori 

Torna a inizio pagina