Home Page > Articoli > Articoli sui siti e-commerce > Quanti sono i siti ecommerce?

Quanti siti ecommerce nascono ogni anno in Italia?

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti
Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze          Articoli sui siti ecommerce
Segui Studio Viasetti - creazione siti web - su Facebook          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web

 

Quanti sono i siti ecommerce? Quanti aprono ogni anno?

Autore:

Articolo scritto il 22 Luglio 2013

Quanti sono i siti ecommerce in Italia?

Quanti siti ecommerce aprono ogni anno in Italia? Quanti chiudono?

E’ impossibile avere questi dati facendo ricerche in rete. Ogni associazione di categoria spara i numeri più disparati.

C’è ad esempio chi dice che nel 2012 in Emilia sono stati aperti 46 nuovi ecommerce nel settore alimentare, dato oggettivamente inverosimile se penso che almeno 100 utenti nel 2012 mi hanno chiesto consigli per aprire un ecommerce di prodotti tipici alimentari. E tutti coloro che non hanno chiesto a me?

Non ho la presunzione di pensare che tutte le persone che intendono aprire un ecommerce lo vengano a chiedere al sottoscritto! Il mio sito rappresenterà forse il 10% per quanto riguarda la visibilità con keyword relative ai siti ecommerce.

Possiamo tentare di trovare, anche se approssimativamente, questi dati con un procedimento di reverse engineering.

Ci provo.

Partiamo dal numero di richieste di aiuto che ricevo in un anno da parte di chi ha un sito ecommerce. Sono circa 1.000, e di questi, circa il 50% mi dice di aver aperto l’ecommerce da meno di un anno. Abbiamo un primo numero: 500 nuovi ecommerce all’anno.

Ora si tratta di capire, tra tutti coloro che hanno aperto un ecommerce da meno di un anno, qual è la percentuale che trova il nostro sito e quanti di loro ci contattano. L’ultimo dato lo abbiamo già trovato: 500.

Ipotizziamo che chi ha un ecommerce che non funziona o che comunque è insoddisfatto dei risultati e del webmaster, seo, web agency, esperti in marketing e comunicazione, ecc.. che gli stanno gestendo il sito, vada in Google e cerchi termini quali:

• Posizionamento sito ecommerce in google
• Perché un sito ecommerce non vende
• Perché il mio ecommerce non funziona
• Come avere un ecommerce di successo
• Come vendere con un ecommerce
• Cosa fare se un ecommerce non vende
• Come vendere vino online
• come vendere scarpe online
• posizionamento sito web
ed altri similari…

Diciamo che essendo il nostro sito solitamente in prima pagina con tutti i suddetti termini, abbiamo il 10% di probabilità che venga visto.

Tra chi legge sul nostro sito uno o più articoli che parlano di siti ecommerce, circa 200 persone al giorno (metà saranno i nostri concorrenti), sappiamo che circa il 2% ci contatta, una percentuale decisamente alta se consideriamo che abbiamo scritto ovunque che noi non facciamo siti ecommerce.

Torniamo ai numeri. Di questi 4 utenti che ci contattano giornalmente (poco più di 1.000 all’anno), circa la metà ha un ecommerce da meno di un anno, ossia i 500 di cui abbiamo parlato all’inizio.

Circa il 90% di chi cerca in Google informazioni per risolvere il problema del suo ecommerce non visita il nostro sito ma quello di qualche nostro competitor.

Tirando le conclusioni, se ogni giorno 50 titolari di siti ecommerce nati meno di un anno fa leggono i nostri articoli, ne esisteranno almeno altri 450 che visiteranno i siti del nostri concorrenti. Riduciamo il tutto alla metà perché ci sono gli utenti che ritornano a visitare il sito più di una volta. Abbiamo 250 utenti al giorno.

Secondo questi calcoli, ogni anno (da 3 o 4 anni in qua), nascono in Italia circa 85.000 siti ecommerce. Sono calcoli basati su ipotesi, è vero, ma credo di non sbagliare di molto.

Prendiamo per difetto questo numero, supponiamo che siano solo 10.000 i nuovi ecommerce che aprono ogni anno in Italia (ma se così fosse significherebbe che il sito viasetti.it ha una popolarità molto più alta di quello che penso), che conclusioni dovremmo trarre?

Che oltre il 99% di questi siti nessuno li troverà mai nei motori. In prima pagina, per ogni keyword, c’è posto solo per 10, non scordatelo. E anche con AdWords, il web marketing, il mail marketing, facebook, e chi più ne ha più ne metta, il discorso non cambia di molto.

Non c’è più posto dare visibilità ai nuovi ecommerce.

A meno che abbiate la potenza economica di Zalando, Amazon, IBS, PIXMANIA, Mediaworld, Ebay, Trivago, Apple, Alibaba, Booking, casa.it, immobiliare.it, Tripadvisor, Euronics, Hoepli, Feltrinelli, iTunes e molti altri che tutti conosciamo.

E’ impensabile oggi mettere a disposizione 4 o 5.000 euro per aprire un ecommerce e sperare di vendere telefonini, TV, abbigliamento, scarpe, vino, olio d’oliva, viaggi, case, brillanti o collane di pietra dura fatte a mano. Una piccolissima percentuale ci riuscirà, ma molto molto piccola.

Non ci siamo solo noi in quel grande centro commerciale che si chiama internet. Ci sono miliardi di siti, e tutti vorrebbero stare in prima pagina.

E’ questo che stiamo ripetendo da anni. E che molti continuano a non capire. Nascondere la testa nella sabbia può essere pericoloso.

Una signora russa che insisteva per essere trovata cercando “escort” un giorno mi ha detto “come ce l'ha fatta quel sito ad essere al primo posto mi vuole spiegare perché non posso farcela io?”

Posizionare in prima pagina un sito geolocalizzato in una determinata provincia è ancora possibile. Noi ci siamo riusciti nel 97% dei casi. Ma nessuno degli oltre 300 siti che abbiamo realizzato è un ecommerce. Anche se tutti vendono qualcosa.

Un sito ecommerce, per sua natura, non è geolocalizzato, altrimenti a cosa servirebbe? La gente verrebbe ad acquistare direttamente in negozio. Non acquisterebbe online.

A proposito di numeri, ne cito qualcuno trovato in rete o sulla stampa:

 

La spesa online per l’Italia crescerà del 20% superando i 12 miliardi di Euro nel 2011 (fonte: pressIT)

Il fatturato stimato per l'intero 2013 è pari a 11,2 miliardi di euro e in salita del 17% per cento rispetto all'anno passato (fonte: Osservatorio Ecommerce/Netcomm)

Secondo gli ultimi dati raccolti nel 2012, c'è stato un aumento dell'e-commerce elettronico del 30%. (fonte: Ansa)

Nel 2012 sono stati 12 milioni gli italiani che hanno fatto acquisti in rete. (Fonte: Netcomm)

L’e-commerce in Italia nel 2010 è cresciuto del 43% rispetto al 2009, realizzando 14,3 miliardi di euro di fatturato (Fonte: Perini)

Tutti dati che si contraddicono tra loro.

La spesa media annua degli italiani si attesta tra i 250 e i 500 euro per il 25% e tra i 500 e i 1000 euro per il 20% degli utenti.
(fonte: freeopinionist)

Nota: quanti di questi italiani avranno acquistato da un sito che si trova in decima pagina?

 

Quali categorie di Ecommerce vendono di più?

Dipende anche qui dalla fonte, vediamone alcune:

freeopinionist:

1) Libri, CD, DVD

2) Abbigliamento

3) Viaggi

Eurostep:

1) Alimentari

2) Vacanze

3) Prodotti assicurativi

Fonte ignota:

1) Tempo libero (specialmente giochi d'azzardo)

2) Turismo

3) Elettronica

Perini:

1) Turismo

2) Editoria

3) Elettronica

Come vedete ognuno sembra sparare numeri a caso.

Un'altra fonte dice:

A tirare la crescita dell’ecommerce è stato Facebook. Un noto esperto ha infatti spiegato come il 62% delle persone che vede il commento su Facebook a un prodotto venduto tramite Blomming clicchi sul link relativo. Chi arriva tramite questo percorso al prodotto in vendita, nel 53% dei casi lo acquista. (Fonte: Blomming?)

Incredibile! Secondo questa fonte il 30% di chi vede un commento relativo ad un prodotto su Facebook lo acquista. Altro che l'1% di conversione di AdWords!:-)

 

E delle percentuali di conversione visite/acquisti cosa sappiamo?

Secondo il sito riccardoperini.com le migliori sono le seguenti:

  • Turismo: 2,8%
  • Editoria: 2%
  • Elettronica: 1,9%

Costo medio per acquisire un cliente:

  • Abbigliamento: 45 euro
  • Alimentari: 40 euro
  • Elettronica: 25 euro
  • Libri: 9 euro

 

©2015 Gianfranco Viasetti - All rights reserved. E' vietato duplicare questo articolo, anche in parte e con qualsiasi mezzo.

 

Pagine Consigliate

 

©2016 Studio Viasetti | Realizzazione siti web | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano