Preventivo sito web

Prima di richiederci un preventivo ti prego di leggere questa pagina...

 

Il nostro preventivo è gratuito?

Dal 1° Settembre 2018 non sempre il preventivo è gratuito.

Per 20 anni ho fatto preventivi e fornito consigli gratuitamente.

Ora non lo faccio più, salvo alcune eccezioni. Ti spiego i motivi:

Per noi fare un preventivo significa, in molti casi, lavorare un'ora o due in quanto un preventivo è quasi sempre preceduto da uno studio di fattibilità del progetto.

Per sapere quanto dovremo lavorare per creare e posizionare un sito in Google dobbiamo di norma effettuare una serie di verifiche.

Dobbiamo individuare le keyword più appropriate per veicolare clienti potenziali sul sito, verificare quanti competitor hanno queste keyword e quanti utenti le cercano mensilmente. Dobbiamo verificare quali siti sono in prima pagina con tali keyword, che anzianità hanno, quante pagine hanno, qual è la loro popolarità. Verificare infine quali domini con un nome idoneo per facilitare il posizionamento risultano liberi.

Solo dopo aver effettuato queste verifiche potremo prevedere se il posizionamento è fattibile o meno e, nel caso lo ritenessimo fattibile, quanto tempo dovremo lavorare per creare un sito con caratteristiche tali da avere buone probabilità che finisca in prima pagina.

Queste verifiche richiedono mediamente un paio di ore solo per verificare un paio di keyword.

Per 20 anni abbiamo utilizzato quotidianamente quasi mezza giornata solo per effettuare le suddette verifiche e poter così rispondere in modo adeguato ai clienti. E lo abbiamo sempre fatto gratuitamente, eccetto in qualche raro caso.

Quali risultati abbiamo ottenuto?

Metà dei potenziali clienti che ci hanno chiesto un preventivo, dopo lo scambio di qualche email, spariscono improvvisamente. Non rispondono più.

Non solo. Qualcuno di loro sfrutta in seguito le informazioni che gli abbiamo fornito gratuitamente per farsi creare il sito da qualche nostro competitor o da un amico.

In alcuni casi mi è capitato di venir ricontattato da qualcuno a distanza di 2 o 3 anni da quando ci aveva chiesto un preventivo (e che era poi sparito) per chiedermi un preventivo per posizionare il sito che nel frattempo si è fatto creare da qualcun altro, utilizzando talvolta alcune informazioni da me fornitoli in passato, fingendo di non avermi mai contattato in precedenza.

Io ho poca memoria, ma i nostri PC ne hanno molta.

Non intendo più lavorare gratis per fare un favore ai nostri competitor.

In conclusione, salvo casi particolari, un nostro preventivo costa 100 euro. Questo importo ti verrà restituito se deciderai di accettare l'offerta.

Lo stesso discorso vale anche per chi ci chiede un preventivo perché deve inviarlo urgentemente a qualche Ente regionale per ottenere il finanziamento per una start-up. Ne ho fatti un centinaio, non ne è mai andato in porto uno.

 

Ieri una signora mi ha chiesto un preventivo per un sito ecommerce. Mi ha detto che vorrebbe vendere online cosmetici con un proprio marchio in Italia, Spagna, Francia, Germania e inghilterra.

Le ho risposto di non poterle fare il preventivo perché noi facciamo solo siti STATICI, inoltre le detto che se facesse un sito ecommerce non venderebbe nulla in quanto nessuno lo troverebbe. L'ho poi invitata a leggere alcune pagine del nostro sito per capire il perché.

Mi ha risposto: "OK, mi ha convinto. Allora mi può fare il preventivo per un sito statico? Io mi fido di lei e vorrei che il sito lo facesse lei."

Ci sono volute 6 email per convincere la signora che non è una nostra potenziale cliente.

Non è la prima volta che ricevo una risposta del genere. Centinaia di volte, quando mi viene chiesto un sito ecommerce e rispondo che ci occupiamo SOLO di siti statici, mi sono sentito dire: bene, allora facciamo un sito statico."

Ho scritto in decine di articoli pubblicati sul sito www.viasetti.it che facciamo solo siti statici perché hanno un'alta probabilità di funzionare e di produrre reddito ai nostri clienti. Ma c'è un "MA" grande come una casa! Un sito statico (o sito-vetrina) presuppone che dietro ci sia un professionista, un artigiano o una ditta che offre i suoi servizi o prodotti a clienti di una certa città o provincia, non in tutto il mondo, altrimenti, sito statico o meno, nello scenario attuale è impossibile renderlo visibile!

vendere alimentari in tutto il mondo 

Se vuoi vendere smartphone, abbigliamento, alimentari, computer o cosmetici online in tutta Europa (o anche solo in Italia) e non hai un negozio fisico, un sito statico non ti serve a nulla. E' un conto rendere visibile un sito con la keyword "caldaie Bologna" o "climatizzatori Bologna" (che sicuramente, se è ai primi posti, procura contatti e clienti all'installatore di Bologna), un altro conto è renderlo visibile con "caldaie" o "climatizzatori" senza specificare alcuna provincia. Esistono circa 5 milioni di siti con queste keyword generiche. Io sono talmente bravo da superarli tutti? Non credo.

E' vero che si potrebbe tentare di rendere visibile il sito ecommerce con keyword più specifiche (climatizzatori Daikin, climatizzatori Mitsubishi..) ma trattandosi di keyword non geolocalizzate abbiamo sempre mezzo milione di siti concorrenti. E in prima pagina troviamo siti o portali enormi (tipo trovaprezzi.it) impossibili o quasi da battere senza disporre di budget di diverse decine di migliaia di euro.

 

installazione pannelli solari Brescia 

E questo vale anche per chi vuole vendere prestazioni professionali.

Un discorso è far trovare in prima pagina un sito con le keyword "Psicologo Monza", "Dentista Milano", "Consulente del lavoro Como", "Chirurgo plastico Bari", "Avvocati Brescia", "escursioni San Pietroburgo", "neurochirurgo Milano", "Oculista Merate", Maxillo facciale Milano" ed altri termini del genere, e in effetti, in prima pagina con questi termini, troviamo siti statici realizzati da noi.

Un altro discorso è rendere visibile il sito di un professionista che vorrebbe farsi trovare in tutta Italia con "psicologi", "chirurghi plastici", "dentisti", "avvocati", "avvocati online", ecc.. Il termine avvocati ad esempio ha 31 milioni di competitor. "Avvocati online" ne ha più di 8 milioni.

Ma non esiste solo il posizionamento organico in Google, c'è anche il web marketing, c'è Facebook, Youtube, il mail marketing, Adwords, i comparatori di prezzo, l'article marketing - dirà qualcuno. Verissimo, ma non sei solo tu ad utilizzare questi strumenti, ed i numeri sono quelli che hai visto sopra.

 

vendita vino online 

CONCLUSIONE:

L'ovvia conclusione di questo post è che non tutti rientrano in quelle tipologie di clienti che possono trarre benefici da un sito statico. Se volete vendere cosmetici o abbigliamento online e non avete un negzio fisico vi serve un sito ecommerce. Poi, nel 99% dei casi, non venderete comunque, ma questo è un altro discorso.

Se credi a coloro che ti dicono: "crea il tuo sito ecommerce e inizia da subito a vendere", continua pure a crederci :)

Gianfranco Viasetti

 

©2018 Studio Viasetti | Realizzazione siti web di successo | Posizionamento siti

zona operativa principale: milano - varese - brescia - bergamo - verona - vicenza - torino - modena - bologna - firenze - roma - napoli - catania - lugano

 

Torna a inizio pagina

Contatti Studio Viasetti - realizzazione siti web

Torna a viasetti

Home Page - Creazione siti web

Vai alla pagina Facebook dello Studio Viasetti