Home Page  Articoli >  La Keyword Density ottimale 

La Keyword Density - qual è il valore ottimale?

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti
Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web

 

Un articolo di Gianfranco Viasetti sul valore della keyword density in un sito web

Su alcuni siti di nostri colleghi e anche su noti forum frequentati per lo più da apprendisti SEO, leggiamo che per finire nelle prime pagine di Google bisogna scrivere testi con una keyword density compresa tra il 2 e il 5%.

Sono molte le persone convinte che basti chiedere in un qualsiasi FORUM o Blog (o magari in Yahoo Answer): “come faccio ad essere in prima pagina su Google?” per avere una risposta definitiva e da quel momento essere in grado di posizionare siti ai primi posti in Google.

Pensate davvero sia così semplice imparare a creare siti che vengono posizionati in prima pagina su Google?  Pensate che basti chiedere a qualcuno che lo sa fare di dirvi in poche parole come fa per poterlo fare anche voi? Se lo pensate continuate pure a pensarlo.

Sarebbe come chiedere ad un cardiochirurgo di spiegarvi come trapiantare un cuore o ad un architetto di insegnarvi  a progettare un grattacielo rotante di 500 metri.

Chi va su un forum a chiedere come deve fare per collocare in prima pagina il suo sito e-commerce  appena creato in cui vende cellulari o notebook è solo  un illuso se crede che gli vengano date risposte utili a risolvere il problema. Se davvero bastasse inserire nei testi che scriviamo una ripetizione di parole chiave variabile da 2 al 5% per finire in prima pagina su Google credo che, dopo 10 anni che queste informazioni sono pubbliche e disponibili a chiunque,  oggi saremmo tutti SEO e avremmo tutti i nostri siti e quelli dei nostri clienti in prima pagina (a proposito…. Per ogni keyword o combinazione di keyword c’è posto solo per 10 in prima pagina, se siamo in 10.000 a conoscere questa informazione, 9.990 dovranno rinunciare alla prima pagina anche se avranno scritto testi con una keyord density del 2 o del 5%).

Ma allora come stanno le cose, il concetto di keyword density è una bufala?

Anche se fossi in grado di spiegare dettagliatamente su questa pagina (ma ci vorrebbero 1000 pagine) come si fa ad essere ai primi posti nei motori non lo farei; in fondo si tratta del mio lavoro, un lavoro in cui ho investito 12 anni della mia vita in ricerche e test. Sarebbe assurdo se diffondessi gratuitamente a tutti ciò che ho imparato in 10.000 ore di lavoro.

Ciò non significa che non voglia dare alcune delle molte informazioni attualmente in mio possesso.

Parliamo della keyword density. Il concetto in se non è una bufala, nel senso che se in una pagina web non c’è una prevalenza di alcuni termini, i motori non capiscono di cosa stiamo parlando e quindi non sanno con quali tra i vari termini presenti nel testo indicizzare la pagina.

In realtà vengono aiutati dal nome del dominio, delle cartelle, dei file, dal Title della pagina e dai tag H1, H2, H3, ma anche se questi sono insignificanti per le ricerche o incoerenti  la pagina non verrà certamente collocata ai primi posti. A meno che trattiate di un argomento privo di concorrenza.

Se ad esempio proponete un servizio di addestramento per formiche da combattimento, sicuramente finirete al primo posto nei motori indipendentemente da tutti i fattori appena visti. Se qualcuno cercherà “addestramento formiche da combattimento” state pur certi che troverà il vostro sito al primo posto in Google, Yahoo, Bing, ecc... , a meno che abbiate commesso errori madornali.

Ma quale è la corretta keyword density per favorire il posizionamento?

Il giusto valore della keyword density di una pagina web dipende da molti fattori:

  • n. totale delle parole che compongono il testo di una pagina (se vi sono molte parole la keyword density può essere anche inferiore all’1%, vedi ad esempio la pagina www.icostanti-verona.it/visitare_mantova.htm  - al primo posto in Google con “visitare mantova” nonostante abbia una bassissima keyword density-).
  • n. dei competitor che si trovano con la stessa keyword e keyword density utilizzata da coloro che sono in prima pagina
  • qualità dei siti dei competitor (qualità non intesa come grafica, ma come la intendono i motori secondo le loro linee guida sulla qualità)
  • n. di pagine dei siti competitor (pagine che parlano dello stesso argomento nostro)
  • n. dei link (di qualità) in entrata dei siti dei competitor e del nostro. Più link di qualità abbiamo meglio il sito verrà posizionato a parità di keyword density con i competitor.

 

Da queste considerazioni è facile capire che non esiste una keyword density predefinita e che dire a qualcuno di utilizzare una keyword density del 5% senza aver valutato le variabili citate significa dargli un’informazione sbagliata, e talvolta molto pericolosa.

E’ infatti noto che i motori tendono a estromettere dal loro indice chi fa usa di una keyword density eccessiva (stuffing).

Come operiamo per trovare caso per caso la keyword density ottimale

Grazie ad un una tecnica esclusiva messa a punto nel 2002 e costantemente aggiornata nel corso degli anni, siamo in grado di calcolare caso per caso, tenendo conto di tutti i fattori sopraelencati, la corretta keyword density affinché Google indicizzi nel miglior modo possibile i siti web da noi realizzati.

Ora sai perché il 97% degli oltre 200 siti che abbiamo creato li trovi in prima pagina su Google con keyword attinenti l’attività del cliente. E sai anche perché è inutile andare sui forum a chiedere qual è la corretta keyword density o, peggio ancora, a chiedere cosa devi fare per avere il tuo sito in prima pagina.

Essere al primo posto in Google significa avere molti visitatori?

Non c'è relazione tra posizionamento e numero di visitatori, vediamo perché.

Contano i risultati, non le promesse

Oltre il 95% dei siti da noi realizzati sono in prima pagina su Google. Chiunque può verificarlo consultando questa pagina.

 

©2016 Studio Viasetti | Realizzazione siti web | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano

realizzazione siti web studio viasetti: brescia - milano