Lettera aperta a chi vuole un sito ecommerce

Perché non facciamo siti ecommerce



Caro lettore, cara lettrice,

se stai leggendo questa pagina è perché ti stai informando su come aprire un sito ecommerce, ossia come vendere online.

Non so se dovresti ritenerti una persona fortunata o sfortunata per aver trovato questo sito.

Prima di continuare, per evitare di farti perdere inutilmente il tuo tempo, permettimi di aprire una breve parentesi: se sei un professionista e stai cercando di capire se un sito web potrebbe servirti per portare nuovi clienti nel tuo studio (quindi niente vendita online), oppure hai già un sito ma, come accade nel 99% dei casi, non ti ha mai procurato un cliente, questa pagina non è per te. La pagina che dovresti leggere è la HOME (www.viasetti.it).

Bene, chiusa questa doverosa parentesi andiamo avanti.

Nel caso tu non abbia mai sentito parlare di me, mi presento:

mi chiamo Gianfranco Viasetti, nel 1986 ho fondato lo studio Viasetti, con sede legale a Castel Mella (Brescia), ma operante virtualmente in tutto il mondo. Mi occupo di web marketing, creazione e posizionamento di siti web per professionisti. Ne abbiamo realizzati oltre 500 in Italia, Europa, Usa e Russia.

Negli ultimi 7 anni ho pubblicato su questo sito un centinaio di articoli per spiegare al di là di ogni ragionevole dubbio perché i siti ecommerce non funzionano.

Ovviamente non mi riferisco a Amazon, Zalando, Ebay, Alibaba, Yoox o altri che tutti conosciamo. Quando affermo che la vendita online non funziona mi riferisco a siti con un budget di 4 o 5.000 euro, non di milioni.

Nonostante i tanti articoli pubblicati con l'obiettivo di scoraggiare chi vorrebbe aprire un ecommerce, di salvare queste persone da un fallimento annunciato, ogni giorno ricevo 4/5 richieste di preventivi per la realizzazione di siti per la vendita online.

La cosa sconcertante è che molti di questi utenti mi dicono di aver letto i miei articoli prima di contattarmi. Ovviamente non è vero. Non hanno letto nemmeno una pagina fino alla fine perché se lo avessero fatto non mi avrebbero contattato.

Come si fa a chiedere un preventivo per un sito ecommerce ad un professionista che ha scritto 110 articoli per sconsigliare di farlo? Dio solo lo sa.

Potrei evitare di rispondere a queste persone e risparmierei un sacco di tempo, ma è mia abitudine rispondere a tutti.

Quando ribadisco che non facciamo siti ecommerce in quanto non funzionano, c'è chi mi chiede: "PERCHE' NON FUNZIONANO?"

L'obiettivo di questa lettera aperta è di condensare in una sola pagina ciò che ho scritto in oltre 100 pagine, a beneficio di chi non ha voglia di leggere troppo.

Perché i siti ecommerce non funzionano?

Credo che il modo migliore di spiegarlo sia fare alcuni esempi pratici verificabili da chiunque.

Cosa vorresti vendere online?

T-shirt, prodotti alimentari, cosmetici naturali, abbigliamento, calzature, cover per smartphone, computer, marijuana legale, sigarette elettroniche, vino, olio d'oliva, gioielli, libri (queste sono le richieste che mi vengono fatte più frequentemente).

Lascia che ti dia modo di capire perché non ci riusciresti.

Partiamo con le T-shirt.

Una volta che il tuo sito è stato creato con Prestashop, Magento, Wordpress, ecc.. ed hai inserito tutti gli articoli con le descrizioni e relativi prezzi lo metti online. Fin qui nessun problema.

La prima domanda che dovresti farti è: una volta che il sito è online, come faranno a trovarlo i potenziali clienti? Digitando *che cosa* in Google?
t-shirt?

Se digiti t-shirt in Google trovi un miliardo e mezzo di risultati e in prima pagina ce ne stanno solo 10. Perché mai il tuo dovrebbe essere tra i primi 10?

Ma forse tu vorresti essere trovato con "t-shirt personalizzate"... bene, facciamo anche questa ricerca: 414.000 risultati.

Ti faccio la domanda di prima: perché Google dovrebbe posizionare il tuo sito davanti ad altri 413.990? Cosa ha che gli altri non hanno?

Quindi, perché il tuo sito dovrebbe finire in prima pagina? Perché chi te lo ha fatto è uno bravo? Credi che gli altri 400.000 siano tutti fessi?

Ma non basta pagare Google AdWords per essere ai primi posti?

Sì certo. Io parlavo di posizionamento organico, se vuoi pagare AdWords sarai sicuramente ai primi posti, ma ce ne stanno solo 4 e quindi dovrai essere disposto a pagare di più di quanto pagano i tuoi concorrenti. Se paghi 1,5 euro per ogni clic finirai quasi certamente al primo posto. Ma se per vendere una maglietta hai bisogno di 50 clic ti sarà costata 75 euro di pubblicità. A quanto devi vendere una t-shirt per guadagnare più di 75 euro?

Proviamo con un altro articolo: cover per smartphone.

Con questo termine Google ci da 13.700.000 risultati. Ripeto la domanda: perché il tuo sito dovrebbe finire prima di 13 milioni di altri siti?

Ti ho fatto solo l'esempio delle t-shirt e delle cover per smartphone, per altri prodotti puoi verificare tu stesso seguendo la procedura che ti ho appena mostrato.

Sono certo che capirai perché il sito ecommerce che hai in mente di fare non venderà nulla.

Gianfranco Viasetti

 

Consulenza on line
paypal

 

©1997-2018 Viasetti - Via A. da Giussano, 41
25030 Castel Mella (Brescia)

Tel. +39 0302584315 - Fax +39 0305106972

P.IVA: IT02842170173 - DISCLAIMER E PRIVACY

Torna a inizio pagina

Contatti Studio Viasetti - realizzazione siti web

Torna a viasetti

Home Page - Creazione siti web

Vai alla pagina Facebook dello Studio Viasetti

Vai al profilo Linkedin dello Studio Viasetti