Home Page > Come creiamo siti web vincenti

Come creare un sito di successo per vendere in internet

un articolo di sulla realizzazione di siti web vincenti

 

Realizzazione Siti Web - Home Page Viasetti          Realizzazione Siti Web - Menu studio Viasetti
Le opinioni dei nostri clienti - Testimonianze          Contatti - studio Viasetti - creazione e posizionamento siti web

  

Articolo rivisto il 25 Gennaio 2016

Se trovi questo articolo troppo lungo da leggere, qui c'è un sunto aggiornato: 13 regole magiche per creare un sito di successo

Se invece sei interessato a capire perché un sito e-commerce ha il 99% di probabilità di essere un sito inutile leggi: tutto quello che non vi hanno detto sui siti e-commerce.

Come creare un sito web di successo      

go to english version

Un'avventura iniziata nel 1986

Quando nel 1986 mi dimisi dalla Xerox per iniziare la mia attività professionale, per trovare clienti ero costretto a suonare i campanelli di tutte le aziende che trovavo sul mio cammino. Non avevo alternative, internet non esisteva.

Quando 10 anni dopo, nel 1996, pensai che se avessi avuto un sito web le cose sarebbero cambiate, acquistai Frontpage e mi misi a studiare il relativo manuale con l'obiettivo di creare un sito web per presentare la mia attività. In quel periodo proponevo corsi di formazione aziendali MsOffice. Creato e pubblicato il mio sito le cose però non cambiarono. Nessuno mi contattava, dovevo continuare a suonare i campanelli. Il motivo era ovvio: il sito lo trovava solo chi conosceva il mio nome, non chi cercava "corsi Office", "corsi Word" o "corsi Excel".

Mi resi conto che un sito, se non veniva trovato in prima pagina sui principali motori dai potenziali clienti (che non conoscevano il mio nome), non serviva a nulla. Cominciai a cercare e ad acquistare informazioni, specialmente negli USA, su come creare un sito di successo e soprattutto come posizionarlo in prima pagina su Altavista e Yahoo (allora Google non esisteva) e nel giro di un anno il mio sito era finalmente in prima pagina! Da allora non ho più avuto bisogno di suonare i campanelli per trovare clienti. Sono i clienti che trovano me.

Noterete che in questa pagina il termine "come creare un sito" viene spesso associato a "di successo". Non è un caso. Se state cercando semplicemente informazioni su come creare un sito non avete bisogno di leggere questo articolo, non avete bisogno del nostro aiuto. Qualsiasi webmaster è in grado di creare un sito o di dirvi *come* crearlo. E probabilmente riuscirete a crearlo da soli utilizzando uno dei tanti servizi gratuiti o quasi che oggi si trovano in internet, ad esempio 1and1 o similari. Dicono tutti che in pochi minuti avrete il vostro sito. Ovviamente non è vero, ci metterete molto di più, ma soprattutto avrete un sito che non vi servirà a nulla. Un sito che nessuno troverà nei motori.

L'importanza di un titolo o di una frase per il successo

Prima di svelarvi le 13 regole che hanno fatto del mio sito web (e della mia attività) un successo che dura ininterrottamente da quasi 20 anni, voglio parlarvi dell'impatto che può avere un titolo piuttosto di un altro sui visitatori. Immaginate un mendicante cieco seduto su un marciapiedi che chiede l'elemosina. Appeso al collo ha un cartello con scritto:

sono cieco, fatemi la carità

Immaginate ora che qualcuno cambi il cartello e ci scriva:

Oggi è una bella giornata, ma io non posso vederla

 

Con quale dei 2 cartelli raccoglierà più soldi?

Spesso una frase piuttosto che un'altra può fare la differenza tra insuccesso e successo.

Come creare un sito di successo

Le 12 "magiche" regole per il successo di un sito web

Vediamo innanzitutto quali sono i titoli di questi dodici rotoli che ci svelano le caratteristiche vincenti di un sito web:

  1. Deve trovarsi nei primi 10 posti di Google.
  2. Deve avere pagine veloci da caricare
  3. Deve avere una struttura usabile, con menu intuitivi
  4. Deve motivare i visitatori a ritornare, fidelizzarli.
  5. Deve incentivare i visitatori a compiere delle azioni
  6. Deve avere pagine con contenuti esclusivi e utili agli utenti
  7. Deve rispettare le norme di accessibilità del W3C
  8. Deve evitare di prendersi gioco degli utenti con titoli fuorvianti
  9. Deve dire chi siamo e fornire recapiti e referenze
  10. Deve poter monitorare gli accessi dei visitatori
  11. Deve essere tenuto aggiornato, se necessario
  12. Deve piacere agli utenti, non ai webmaster o al proprietario!

Infine esiste un'altra regola:

il nome del dominio deve essere scelto con attenzione

Prima di entrare nel dettaglio di queste 13 preziose regole che spiegano come creare un sito web di successo facciamo una breve premessa:

Come si crea un sito web di successo?

Semplice: dando agli utenti esattamente ciò che vogliono invece di insistere a dargli ciò che piace a noi! Facciamo sondaggi per capire cosa piace ai visitatori.

Il sito di un ristorante di New York ha la home page riservata solo alla firma del cuoco (che occupa l'intera videata). Della firma del cuoco ai visitatori non gliene può fregare di meno, al limite gli basta il nome, se è noto. Loro vogliono trovare il menù, i prezzi, gli orari. Tutte cose che su quel sito mancano. E' così difficile capire cosa vogliono gli utenti?

Se vuoi scoprire quali risultati ottengono i siti progettati secondo le nostre 13 regole leggi questa CASE HISTORY, verifica il posizionamento che siamo riusciti a far ottenere ai nostri clienti o, meglio ancora, leggi le loro testimonianze dirette sui successi ottenuti.

Hai un sito web? Comincia col verificare se è a norma W3C

Se hai già un sito web, prima di iniziare a leggere questo articolo che ti fornirà molti spunti per migliorarlo, verifica se il tuo sito è in regola con la normativa internazionale W3C. Per farlo vai su http://validator.w3.org/ e nel campo ADDRESS inserisci l'url del tuo sito, o di qualsiasi pagina web tu voglia verificare.

Se il tuo sito web non ha passato il test di compatibilità W3C puoi incaricare il tuo webmaster di correggere gli errori al fine di ottenere la validazione.

Come avere l'analisi gratuita di un sito  

Se, indipendentemente da fatto che il tuo sito sia o meno a norma W3C, desideri un'analisi gratuita del sito, al fine di capire perché hai pochi contatti, puoi inviarci il form presente su questa pagina o scriverci liberamente.

"Il mio sito è stato bannato da Google!" - l'ho letto e sentito spesso

Se non vuoi trovarti, prima a poi, a dover pronunciare questa frase, pensaci molto bene prima di farti creare o posizionare il tuo sito da professionisti poco seri o addirittura da qualcuno che a tempo perso crea siti. E' facile improvvisarsi webmaster o web designer, ma l'esperienza non la si può improvvisare.

Credi sia difficile che Google faccia sparire un sito dalle prime pagine del suo indice?  

Fai una verifica: cerca in Google "il mio sito è stato bannato da google".   Troverai 60.000 siti e forum pieni di messaggi disperati di titolari di siti web a cui è successo. Si sono visti il sito sparire da un giorno all'altro per aver dato la loro fiducia a "professionisti" che usano metodi e trucchi scorretti per creare o posizionare un sito web.

I nostri siti non vengono bannati perché rispettiamo le regole

I siti realizzati e posizionati da noi negli ultimi 15 anni non sono mai stati bannati dai motori perché non abbiamo mai fatto uso di tecniche scorrette. Le regole secondo le quali creiamo i nostri siti sono in completa sintonia con le indicazioni ed i suggerimenti di Google su come creare un sito web e come ottimizzarlo per i motori di ricerca e per i visitatori.

Lo scrigno con i 12 segreti su come creare un sito di successo

Lo scrigno che celava i dodici segreti per il successo di un sito web è stato aperto, questi segreti sono ora a disposizione dei visitatori del nostro sito, vediamoli.

Nota: a distanza di anni abbiamo trovato il 13° segreto nascosto nel sottofondo dello scrigno:)

Come Creare un Sito di Successo: regola N.1

Come ottenere i primi posti in Google: pensare a contenuti che interessano i tuoi utenti

Concentrarsi sui contenuti, non sugli effetti speciali. Affinché un sito venga posizionato nelle prime pagine di Google e di altri importanti motori di ricerca deve avere innanzitutto pagine con un contenuto tematizzato sull'argomento trattato (vedi ad esempio visitare mantova o google story). È altresì necessario evitare o ridurre al massimo l'uso di tutte quelle tecniche di programmazione che potrebbero rendere più difficoltoso ai motori interpretare i contenuti delle pagine.

Tra le tecniche da evitare ci sono innanzitutto le pagine in FLASH. Evitare anche, se possibile, la programmazione in Java, Javascript ed i frame (le pagine che hanno una parte fissa ed una scorrevole).

Da evitare inoltre la creazione di pagine con articoli copiati integralmente o parzialmente da altri siti web. I motori penalizzano le pagine con contenuti duplicati.

L'inferno di Google

Se il nostro sito web ha contenuti copiati, o comunque già presenti in altri siti, verrà considerato da Google poco interessante per i suoi utenti e finirà quasi certamente nell'indice supplementare del motore. Questo indice viene chiamato "l'inferno di Google".

L'indice supplementare (o indice secondario) è una specie di "purgatorio" (qualcuno dice "inferno") dove Google conserva le pagine con articoli duplicati, povere di contenuti (anche se con belle immagini, filmati, animazioni, ecc..) e prive di link in ingresso. Queste pagine difficilmente verranno trovate dai potenziali utenti. Quasi tutti i siti hanno alcune pagine nell'indice supplementare di Google, l'importante è averne poche (in % rispetto al sito).

Se vuoi evitare il rischio che il tuo sito finisca nell'indice supplementare di Google, se ti interessa saperne di più su come creare un sito con contenuti di qualità contattaci per una consulenza.

Chi vuole saperne di più sull'inferno di Google può leggere l'articolo di Matt Cutts, il capo del team antispam di Google (in inglese).

Come individuare le keyword con cui ottimizzare il sito

Prima di scrivere i testi per il nostro sito è indispensabile scoprire i termini (keyword) che i nostri potenziali utenti digitano abitualmente in Google per trovare chi fa la nostra attività. Essere ai primi posti con altre keyword non ci servirà a nulla. Ad esempio il sito www.ecografia3dbrescia.it è al primo posto in Google cercando ecografia 3D Brescia, eppure non ha visitatori. Come mai? Semplice: perché solo 3 o 4 persone al mese cercano tale termine!

Si può posizionare un sito senza l'aiuto di un professionista?

Tra i tanti siti che forniscono consigli per indicizzare un sito web nei motori di ricerca troviamo centinaia e centinaia di ottimi consigli, ma nessuno si spinge veramente a fondo, nessuno spiega dettagliatamente come raggiungere i primi posti nei motori. Viene sempre lasciato qualcosa in sospeso, e il motivo è ovvio.  

Chi si occupa professionalmente del posizionamento di siti web lo fa per lavoro, non per hobby. E' quindi normale che si limiti a fornire il minimo indispensabile di informazioni e consigli sufficienti a far capire la propria professionalità, ma nello stesso tempo insufficienti per consentire all'utente di "fare da solo". Si tratta di una legittima forma di "protezione" dell'enorme investimento di tempo necessario per acquisire informazioni, esperienza e professionalità. I motori di ricerca cambiano continuamente le loro regole e lo specialista, per rimanere aggiornato, deve investire ogni giorno alcune ore del proprio tempo.    

Evitare l'uso di Javascript se non è indispensabile.

Anche il Javascript dovrebbe venir utilizzato solo quando non è possibile farne a meno. Per i pulsanti ad esempio possiamo benissimo farne a meno, ben pochi sentiranno la mancanza di menù a tendina, di pulsanti animati o di scritte che seguono il puntatore del mouse. Il fattore vincente rimane comunque sempre l'individuazione delle corrette parole chiave (keyword) o meglio ancora delle "frasi chiave" (keyphrase) da inserire, senza però esagerare, nel testo di ogni pagina.

Nel testo, non nel meta tag "keywords"; lì non servono proprio a nulla, almeno per quanto riguarda Google. E servono a poco anche certi trucchi usati da chi è privo di esperienza e di professionalità, come inserire parole o frasi nascoste agli occhi dei visitatori o mostrare ai motori pagine diverse da quelle che vede il visitatore. State tranquilli, prima o poi i motori se ne accorgeranno e penalizzeranno il sito estromettendolo dall'indice per un certo periodo di tempo, talvolta molto lungo. E potrebbe accorgersene anche un vostro concorrente e segnalare a Google la violazione delle regole. Per questo scopo Google ha predisposto da tempo una apposita email.

In una pagina è impossibile spiegare tutto ciò che c'è da sapere

In poche righe è impossibile spiegare tutto ciò che è necessario fare per creare un sito web che venga posizionato ai primi posti nei motori, anche perché nessuno conosce tutto ciò che andrebbe fatto o non fatto: gli algoritmi di Google vengono tenuti più segreti della formula della Coca Cola e cambiano frequentemente.

Le variabili in gioco sono molte, tra cui il numero dei competitor che utilizzano le stesse keyphrase e le conoscenze di Search Engine Optimization di chi ha realizzato il sito. Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto però, finché il 95% dei web designer e delle agenzie di comunicazione rimarranno convinti che l'importante è realizzare un un sito di "immagine", "bello graficamente", con poco testo (perché i visitatori non leggono) e che "piaccia al cliente", avremo buone chance, seguendo queste 12 regole, di creare un sito che finisca nelle prime pagine di Google.

I nostri suggerimenti vi consentono di partire con il piede giusto

I suggerimenti qui forniti consentono di partire con il piede giusto. Per ottenere il massimo da un sito web è però indispensabile ricorrere alla consulenza degli specialisti dei motori di ricerca (SEO), persone che, facendo da anni questo lavoro, hanno acquisito l'esperienza ed il know-how necessari per fornire indicazioni "su misura". Il nostro lavoro è soprattutto questo; se lo desideri, se vuoi saperne di più su come realizzare siti con caratteristiche che ne favoriscano il  posizionamento, puoi contattarci.

I costi dei nostri servizi li trovi alla pagina prezzi delle prestazioni. Si tratta comunque di prezzi indicativi; solo dopo un colloquio telefonico o presso il nostro studio di Castel Mella - Brescia saremo in grado di effettuare una valutazione precisa del lavoro da fare e dei relativi costi. Se hai già un sito che non ha visitatori e che è stato creato da qualcuno privo di competenze SEO, spesso non si tratta solo di ottimizzare il sito web, ma di rifarlo completamente.

Per scoprire come trovare le keyphrase più adatte alle varie pagine puoi leggere l'articolo dedicato alle keyword ed alle keyphrase.

Il 97% dei siti da noi realizzati è in prima pagina su Google (verifica tu stesso), contattaci se vuoi avere anche il tuo sito nelle prime pagine.

Leggi l'articolo "Come essere primi nei motori grazie ai contenuti"

Come Creare un Sito di Successo: regola N.2

2) Creare pagine veloci da caricare: gli utenti hanno fretta!

Forse tu non hai fretta quando visiti il TUO sito, forse sei disposto ad attendere un minuto prima di vedere una delle tue pagine. I tuoi utenti NO.

Creare pagine veloci da caricare è una delle cose più semplici e alla portata di tutti ed è anche una delle regole per creare siti "usabili" da chiunque. Sorprende quindi molto vedere quanti siti web non rispettano questa regola, dando forse per scontato che tutti i visitatori abbiano una veloce ADSL.

Qualcuno pensa che tutte le aziende dispongano di una connessione ADSL; non è così. Esistono ancora località dove non è ancora possibile avere la banda larga e alcune delle aziende (o utenti privati) che risiedono in queste zone sono costretti a connettersi ad internet con un modem analogico  o con una chiavetta usb (Telecom, Vodafone, ecc..). Connettersi ad internet con queste chiavette è talvolta stressante, molti utenti si lamentano perché sostengono che la connessione va e viene, a volte è di una lentezza esasperante, alcuni non riescono nemmeno ad installare gli aggiornamenti del sistema operativo o dell'antivirus. Pensate siano disposti ad attendere 2 minuti per vedere una pagina del vostro sito?  <Leggi il resto qui>

Come Creare un Sito di Successo: regola N.3

Creare una struttura intuitiva da navigare

Una struttura intuitiva da navigare aumenta l'accessibilità e l'usabilità del sito. Le statistiche ci dicono che mediamente un visitatore visita solo 2 pagine del sito su cui è approdato. Questo sito ad esempio è composto da oltre 200 pagine, eppure la media attuale delle pagine visitate da ogni utente è di 2,5.

Teniamo bene in mente questo dato quando progettiamo la struttura di un sito. Non sprechiamo nessuna opportunità. Facciamo in modo, se possibile, che già dalla home page il visitatore individui subito il link che porta alla pagina che gli interessa. E' quindi da preferire una struttura che si sviluppi il più possibile orizzontalmente anziché verticalmente.

La struttura di un sito ed i "pulsanti" per la navigazione

Tra le cose sconcertanti che ho avuto modo più volte di notare mentre navigo su un sito web, un posto di rilievo va riservato alla struttura della navigazione per niente intuitiva. A chi non è mai capitato di faticare a trovare il link o il pulsante che porta alla pagina che ci interessa? Sappiamo ad esempio che nel sito c'è il numero verde eppure non riusciamo più a trovarlo... <Leggi il resto qui>

Come Creare un Sito di Successo: regola N.4

Fidelizzare i visitatori, una delle regole del marketing

Credo siamo tutti concordi sull'importanza che i visitatori ritornino spesso sul nostro sito. Ma come fidelizzare i visitatori? Come incentivarli e motivarli a ritornare sul nostro sito?  Esistono vari modi: ad esempio potremmo scrivere un articolo interessante e avvisare i lettori che la settimana seguente troveranno il seguito. Oppure potremo riservare una pagina o una sezione del sito ai "suggerimenti del mese".

La tecnica dei "racconti a puntate"

Questa tecnica per fidelizzare i clienti è usata da sempre da molte periodici della carta stampata. Potremmo ad esempio scrivere un articolo interessante e avvisare i lettori che ogni settimana troveranno il seguito.

Prendiamo ad esempio l'articolo che stai leggendo ora: "13 magiche regole per creare un sito di successo". Potrei pubblicare solo la prima regola e scrivere in fondo alla pagina qualcosa tipo "se hai trovato interessante l'articolo ritorna sul mio sito, nei prossimi giorni troverai la regola N. 2"

La tecnica del "suggerimento del mese"

Oppure potremo riservare una pagina o una sezione del sito ai "suggerimenti del mese" oppure alle "promozioni del mese". L'importante è mantenere le promesse che facciamo ai visitatori, altrimenti si sentiranno presi in giro e difficilmente torneranno sul nostro sito. Se ad esempio scriviamo sul sito che solo per oggi è previsto uno sconto del 30% ed il visitatore trova lo stesso messaggio dopo una settimana, difficilmente risulteremo credibili in futuro.

Quando 17 anni fa creai questo sito era presente una sezione dal titolo "il tip della settimana". Ogni settimana fornivo un consiglio per utilizzare al meglio programmi come Word e Excel (o per risolvere problemi inerenti questi programmi). Per tre anni, ogni settimana ho scritto un nuovo consiglio, 150 consigli, qualcuno dei quali è tuttora presente in qualche pagina di questo sito, come ad esempio le istruzioni per ottenere circolari personalizzate o etichette con la stampa unione di Word e un elenco di nominativi in Excel.

Naturalmente non si può continuare all'infinito, o almeno, io non potevo farlo. Dopo aver dispensato gratuitamente 150 consigli sono rimasto a corto di idee (e di tempo) ed ho abbandonato l'iniziativa.

Comunque durante quei tre anni oltre 2.000 utenti si sono iscritti ad una mailing list che consentiva di richiedere supporto relativo a Word e Excel in cambio dell'invio mensile da parte mia di un messaggio atto a promuovere la mia attività.

I primi clienti in rete li ho trovati in questo modo.

Naturalmente ci sono altri modi per fidelizzare i visitatori e convertirli in clienti (qualcuno almeno), ma non posso condividere in questa sede tutte le tecniche che conosco e che ho sperimentato con successo, altrimenti non mi rimane più nulla da "vendere":-) [approfondimento..]

Come Creare un Sito di Successo: regola N.5

Motivare i visitatori a compiere delle azioni

Dobbiamo fare il possibile affinché il visitatore interessato ai nostri prodotti o servizi agisca subito. Domani potrebbe essere tardi, potrebbe non riuscire a ritrovare il nostro sito o semplicemente potrebbe scordarsi che aveva deciso di contattarci. Il miglior modo per farlo è offrire un omaggio o uno sconto se ordina o ci contatta oggi stesso. Se l'obiettivo fosse motivare il visitatore ad iscriversi ad una mailing list potremmo offrire un interessante manuale in omaggio a chi si iscriverà. Per motivare i visitatori a compiere delle azioni dobbiamo regalare qualcosa (informazioni utili, software, sconti, omaggi). <Leggi il resto qui>

Come Creare un Sito di Successo: regola N.6

Contenuti di qualità, aggiornati ed esclusivi

Bisogna creare contenuti di qualità e non copiare

Il modo migliore per finire ai primi posti nei motori è creare pagine con contenuti esclusivi e di elevata qualità. Fornire in sostanza informazioni interessanti per i visitatori. Vedi al esempio la pagina sulla storia di Google o quella sull'itinerario per visitare Mantova. Copiare da altri siti non serve.

Come Creare un Sito di Successo: regola N.7

Prestare la massima cura all'accessibilità web

Non intendo dire che un sito web debba essere visualizzato allo stesso modo con qualsiasi browser esistente sul mercato; vi sono decine di browser, alcuni dei quali utilizzati da meno dell'1% degli utenti. Rendere un sito perfettamente compatibile con tutti i browser è una missione quasi impossibile.

Affinché un sito abbia successo bisogna renderlo compatibile almeno con i 5 o 6 browser che da soli detengono il 97% del mercato: Internet Explorer (5/6/7/8/9), Firefox, Chrome e Safari, ma anche con tutti i cellulari dell'ultima generazione, come iPhone e iPad, sempre più utilizzati dagli utenti per cercare informazioni in internet.

In caso contrario il sito verrebbe visto in modo diverso da alcuni utenti; in certi casi addirittura i pulsanti di navigazione non funzionerebbero o sarebbero nascosti sotto le immagini. Bisogna evitare l'utilizzo di quelle istruzioni HTML, Javascript, Java o altro che vengono interpretate differentemente dai suddetti browser. Molti siti non si vedono con iPhone e iPad perché contengono animazioni in Flash. I siti da noi creati anche 10 anni fa si vedono tutti.

Creare siti accessibili secondo la normativa W3C. 

Ma come creare un sito accessibile W3C? <Leggi il resto qui>

Come Creare un Sito di Successo: regola N.8

Evitare di prendere in giro gli utenti con titoli fuorvianti

Gli utenti non amano essere presi in giro; cercare di attirarli sulle pagine del nostro sito utilizzando titoli di richiamo che non rispecchiano il contenuto reale delle pagine è facile, ma non paga. Avremo tanti visitatori, ma una volta giunti sul sito capiranno che l'argomento trattato non è quello che abbiamo fatto loro credere e usciranno immediatamente dal sito.

Facciamo un esempio: se cercando in un motore di ricerca "suonerie gratis per cellulari" ai primi posti appare una pagina che ha come titolo * clicca qui per scaricare suonerie gratis per il nokia * l'utente entrerà nel sito. Se però appena aperta la pagina capisce che le suonerie le deve pagare, oppure che si parla di altro, uscirà subito e difficilmente tornerà su quel sito

Approfondisci questo argomento >>Come creare titoli motivanti

Come Creare un Sito di Successo: regola N.9

Dobbiamo dire chiaramente CHI SIAMO e come trovarci.

Gli acquisti di beni o servizi in Internet ispirano diffidenza a molti utenti. Spesso si chiedono i soldi anticipatamente, magari tramite carta di credito. Il visitatore ha diritto di sapere esattamente chi siamo e dove siamo, di avere il nostro indirizzo, i nostri recapiti telefonici, il nostro numero di P.IVA (tra l'altro è obbligatorio esporlo sul sito, come puoi leggere alla pagina Partita IVA sul sito web). Se abbiamo referenze e testimonianze di clienti mettiamole.

Voi vi fidereste a dare i vostri soldi a qualcuno che vi fornisce solo un numero di cellulare e un indirizzo email? Io no.

Approfondisci questo argomento >> perché dire chi siamo e dove siamo

Come Creare un Sito di Successo: regola N.10

Perché e come monitorare gli accessi degli utenti al sito

Avere sulla home page del sito un contatore delle visite serve a ben poco. Conta le visite e non i visitatori ed inoltre conta solo le visite che avvengono sulla pagina in cui lo abbiamo inserito.

Per sapere come sta andando un sito abbiamo bisogno di sapere ben altro. Abbiamo bisogno di conoscere il numero dei visitatori unici e delle visite su ognuna delle pagine che compongono il sito, di sapere quali sono le pagine più viste e quanto tempo i visitatori si soffermano su di esse.

Abbiamo bisogno di sapere da quali stati e città provengono i visitatori, da quali pagine sono entrati e quante (e quali) pagine visitano prima di abbandonare il sito. Abbiamo bisogno di sapere come ci hanno trovati (link su altri siti o motori di ricerca), con quali motori e con quali parole o frasi.

Approfondisci questo argomento >> come monitorare i visitatori

Come Creare un Sito di Successo: regola N.11

Il sito deve essere tenuto costantemente aggiornato

A tutti è capitato di cercare un'informazione e di capitare su un sito che non viene aggiornato da anni. Se sto cercando la biografia di Lincoln mi può star bene, ma se cerco informazioni su prodotti soggetti ad una veloce obsolescenza mi sta meno bene.

Quando vediamo un sito aggiornato a 5 anni fa (e ce ne sono molti) spesso ci chiediamo se l'azienda in questione esista ancora. Esistono siti aziendali che riportano addirittura il telefono errato solo perché avendo il sito in Flash ed avendo rotto i rapporti con chi lo ha realizzato si sono sentiti dire che per cambiare il numero era necessario rifare l'intero sito.

Come Creare un Sito di Successo: regola N.12

Il sito deve piacere agli utenti, non al cliente o a chi lo crea

Questa regola è il contenuto del dodicesimo rotolo del successo ma avrebbe dovuto essere al primo posto. La maggior parte dei siti web vengono realizzati in modo da piacere ai clienti che li hanno commissionati o ai grafici che li hanno creati, ignorando di fatto ciò che gli utenti preferiscono.

Un professionista serio dovrebbe avere il coraggio di dire al cliente che fa una certa richiesta che la stessa non è compatibile con le preferenze della maggior parte degli utenti. Il problema è che, facendolo, rischierebbe di perdere il cliente e allora spesso preferisce assecondarlo. Ma come si fa a sapere ciò che piace agli utenti? Semplice: basta chiederlo a loro.

Come Creare un Sito di Successo: regola N.13

L'importanza del nome del dominio ai fini del posizionamento

Il contenuto di questo ultimo importante segreto del successo lo trovi qui.

CONCLUSIONE: un sito web deve essere user friendly

Mi rendo conto che un sito in Flash ben fatto può soddisfare l'ego di chi lo ha progettato e quello del cliente che lo ha pagato; a chi non piace vedere il proprio logo aziendale che danza sullo schermo al suono di una musichetta dolce e, dopo 5 minuti di animazione, si ferma nella posizione in cui avrebbe dovuto trovarsi sin dall'inizio?

Ma lasciamo da parte per una volta il nostro ego e pensiamo a quello dei visitatori, ai quali, vedere il nostro logo che gira per 5 minuti non gliene importa proprio niente. Loro vogliono informazioni. Quando vogliono vedere i cartoni animati vanno al cinema, o li guardano in TV.

Chi volesse conoscere, a proposito dell'usabilità dei siti web, il parere di una persona sicuramente molto più autorevole del sottoscritto, legga gli articoli (in inglese) pubblicati da Jakob Nielsen.

Jakob Nielsen è stato definito dal New York Times "The Guru of Web Page Usability" ed è titolare della Nielsen Norman Group, una società che si occupa di consulenza per l'usabilità dei siti web. Tra i suoi clienti vi sono aziende del calibro di Google, IBM, Hewlett-Packard, Dell, Intel, Sony, Visa, Microsoft, American Express, General Motor, Pfizer, Roche, BBC, Reuters, Financial Times, Forbes, US Navy, Credit Suisse Group, ecc..

Ora che conosci i segreti del successo di un sito devi agire!

Cosa puoi fare di concreto? Dipende dalle situazioni, dalle tue capacità e competenze. Gli scenari possibili sono tre:

  • Hai già un sito web e sei in grado di modificarlo.  
  • Hai un sito web ma non sai modificarlo
  • Stai pensando di farti fare un sito web.

Nel primo caso puoi provare ad applicare le 12 regole al tuo sito. Nel secondo caso puoi chiedere a chi ti ha creato il sito di modificarlo seguendo queste regole. Se non è in grado di farlo puoi rivolgerti a me. Nel terzo caso puoi incaricarci di realizzare il tuo nuovo sito, il che è probabilmente la cosa migliore da fare.

La prima guida di Google per i SEO

A proposito di ottimizzazione siti, Google ha pubblicato in Novembre 2008 la sua prima guida per i SEO (Google Seo Starter Guide). Non c'è nulla di nuovo per chi fa seriamente il nostro mestiere (sono 10 anni che applichiamo ai nostri siti gli stessi concetti descritti in questa guida) ma sono convinto che molti webmaster e grafici web abbiano parecchio da imparare dai consigli di Google.

Vuoi sapere di più su come creare un sito di successo?

Visita www.creazionesitiweb.info.

svelate le 7 chiavi magiche del successo

Contattaci per una consulenza personalizzata.

Questo sito web, progettato seguendo le suddette regole, ha oltre 50.000 visitatori al mese.

Per saperne di più sulle regole da seguire per ottimizzare un sito leggi anche l'ottimo articolo di Jill Whalen:

Nuove regole per ottimizzare un sito web per Google - di Jill Whalen

Nel 2014 cosa è cambiato per quanto riguarda il posizionamento?

L'articolo che avete appena letto è stato scritto diversi anni fa e tenuto constantemente aggiornato, pur apportando poche variazioni. I motori cambiano periodicamente i loro algoritmi, nonostante ciò, le 13 regole per creare un sito di successo che vi abbiamo esposto sono rimaste pressoché invariate nel corso degli anni e sono ancora valide, anzi, si sono ulteriormente consolidate. Molti dei siti che sono stati creati senza tener conto di queste linee guida, nel corso degli anni hanno perso posizioni o addirittura sono spariti dai motori. I nostri siti sono rimasti dov'erano, in prima o seconda pagina, a parte irrilevanti slittamenti.

I nostri siti creati seguendo i suddetti consigli si sono rivelati nel corso degli anni praticamente immuni ai cambiamenti delle regole dei motori.

Oggi molti webmaster e SEO sono terrorizzati da PANDA, il nuovo algoritmo che Google ha messo a punto nel corso degli ultimi mesi. I forum americani specializzati sono pieni di post di persone e aziende disperate perché il loro sito ha perso diverse posizioni e di conseguenza sono drasticamente diminuiti il numero delle visite, dei contatti e delle vendite.

I nostri Clienti e tutti coloro che hanno seguto le nostre regole non hanno nulla da temere, nemmeno il temuto Google Panda ha penalizzato i loro siti.

Ci sono tuttavia nuovi consigli che oggi vogliamo dare a chi è interessato a sapere come creare un sito che venda, o più semplicemente come noi creiamo un sito che vende. Li trovate qui.

 

 

 

 

 

©2014 Studio Viasetti | Realizzazione siti web | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - roma - lugano - new york - fort lauderdale

realizzazione siti web studio viasetti: brescia


 

Torna a inizio pagina